Festival tutto Mogol Battisti – Risultati delle Semifinali

Festival tutto Mogol Battisti – Risultati delle Semifinali

Ecco l’elenco dei partecipanti ammessi alla finale di stasera con Mogol presidente di Giuria.

PRIMA SERATA

Francesco Casoni
Salvatore Cornetta
Antonia Criscuolo
Marco Melella
Michela Pisillo
Massimo Poppiti
Maria Carmela Sabetta

 

SECONDA SERATA

Giada Ceglioni
Gerry Cucino
Antonia Cuofano
Francesca Albano
Gianluca Maltempo
Elena Piro
Antonio Rinaldi
Francesca Sorriento

 

Menzione Speciale

Adriano e Marisol

Iscrizioni Aperte

Iscrizioni Aperte alla seconda edizione del Festival tutto Mogol Battisti

E’ online il regolamento 2017 del Festival tutto Mogol Battisti. La domanda d’iscrizione si può scaricare qui . E’ possibile iscriversi fino al 25 Luglio 2017. Quest’anno vista la presenza dell’Orchestra, messa a disposizione dall’organizzazione, è necessario indicare la tonalità in cui si canterà il brano in caso di ammissione alla fase finale.

Festival tutto Mogol Battisti II Edizione

Festival tutto Mogol Battisti II Edizione

 

PRESENTAZIONE

Il Festival Tutto Mogol Battisti, dopo lo straordinario successo dello scorso anno, si ripropone   con l’intento di concorrere alla valorizzazione della presenza dei giovani nel mondo della musica italiana e di fornire loro occasioni di incontro con operatori artistici,culturali e professionali del settore. Grazie alla tenacia del Presidente dell’Associazione Paese Mio di Buccino Gregorio Fiscina che, forte dell’esperienza delle varie edizioni itineranti del Girocantando, del Festival Buccino…..in musica ,del Festival del Sole, ha voluto rilanciare questo appuntamento canoro musicale.

La concreta collaborazione del Centro Europeo Toscolano di Mogol e dello stesso Maestro,hanno fatto si che l’evento avesse quel salto di qualità per proporsi fra gli incontri musicali nazionali più importanti.

Il Festival Tutto Mogol Battisti ha anche l’esigenza di guardare all’evento musicale come elaborazione di nuovi linguaggi . Non più il semplice coinvolgimento fisico delle tribù giovanili o la fruizione individuale,ma un rito in cui tradizione e innovazione operano per la valorizzazione di nuovi talenti.

Musica dal vivo con una grande orchestra e il calore della gente del sud,faranno da cornice il 24,25 e 26 Agosto 2017 ad una splendida tre giorni in una delle piazze di Agropoli.

Non soltanto canzoni,quindi,ma l’interazione fra memoria ed emozione per sentire il suono parte dei ritmi del cuore,alla ricerca di una più elevata forma di felicità.

La Giuria

Mogol                    – Maestro – Autore

Giuseppe Barbera – Docente al Cet, musicista, direttore di orchestra a Sanremo

Claudio Gubitosi   – Direttore Giffoni Film Festival

Enrico     Bianchini – Responsabile Grandi Festivals Italiani

Massimo Bonelli   – Musicista,cantante,produttore discografico

Walter Melchionda – Cantante-Attore

Lello       Cozzolino – Musicista,cantante,produttore discografico

Enzo         Russolillo – Responsabile Gruppo Eventi- Casa Sanremo

 

Link

Associazione Paese Mio

Regione Campania

Provincia di Salerno

Parco Nazionale del Cilento-Diano-Alburni

Comune di Agropoli

CET di Mogol

Grandi Festivals Italiani

 

Il 24,25 e 26 Agosto 2017,all’aperto in una grande Piazza di Agropoli ,presentati da Enza Ruggiero e Alessandro Greco si esibiranno dal vivo splendide voci e musicisti interpretando   brani esclusivamente scritti da Mogol e cantati da Lucio Battisti.

 

La Finale sarà trasmessa in diretta su digitale terrestre e sulle frequenze di Radio MPA

 

Posti a sedere

TERMINE ISCRIZIONI 25 Luglio 2017

Per saperne di piu: www.festivaltuttomogolbattisti.it

Contatti: segreteria@festivaltuttomogolbattisti.it – info 331 3076565

 

TU CHIAMALE SE VUO I…. EMOZIONI

Mogol incorona Stefania Oti: “Il talento è un prato da curare con tanto studio”

 

 Mogol incorona Stefania Oti: “Il talento è un prato da curare con tanto studio”  

La giuria, presieduta dal grande autore italiano, assegna anche il Premio della Critica e Premio Mango

 

Vince il Festival Tutto Mogol Battisti di Buccino l’artista scalza, “perché voglio rimanere sempre con i piedi per terra”, dice, Stefania Oti Esposito, napoletana. Con “Il tempo di morire” ed un’emozionante interpretazione ha conquistato la giuria, presieduta dal più grande autore di tutti i tempi, Mogol, assicurandosi una borsa di studio presso il Cet, la scuola di musica di Mogol, e l’accesso alla finale dei Grandi Festivals italiani, in programma a Verona a fine dicembre. Premio della Critica ai Just Two, con Pensieri e parole, presentata con una teatralità scenica quasi come fosse la canzone di un musical. Premio Mango per l’interpretazione più originale è andato invece a Salvatore Cornetta, che ha proposto Mediterraneo. Ad entrambi un minicorso al Cet e l’accesso alle selezioni dei Grandi festival italiani di Verone. Infine, la commissione ha assegnato anche una borsa di studio alla giovane Rossella Costa, con La collina dei ciliegi. Per tutti anche una preziosa creazione del maestro Pietro Lista.

La serata conclusiva della tre giorni di Festival, ha preso avvio con una conferenza stampa di Mogol. L’autore che ha fatto la storia della musica italiana ha parlato del sodalizio con Battisti, come di altri artisti, ma anche della sua amicizia con il patron di questo festival, Gregorio Fiscina, a cui è legato da un’amicizia ventennale. Ha poi sottolineato il grande valore della formazione, dello studio, tanto studio, come elemento fondamentale per diventare un artista di successo. E poi quell’elemento imprescindibile, la capacità di saper emozionare, autentico discrimine. “Il talento – ha detto Mogol – è un po’ come un prato. Lo devi coltivare con lo studio e la formazione perché diventi fiorito, altrimenti resta un prato con i rovi”. Ed è con questo spirito che ha pensato al Cet, quella scuola tanto ambito ed anche così lontana dalla velocità dei talent di oggi. “C’è poca qualità – dice – frettolosi e tante volte gli insegnanti non sono all’altezza”.

Ad ascoltare i 14 finalisti della serata presentata da Alessandro Greco con Enza Ruggiero, dinanzi ad un pubblico numerosissimo, a sindaci, amministratori, all’assessore regionale Corrado Matera, il presidente della Bcc di Buccino, sono stati giurati di prim’ordine: Claudio Gubitosi, Giuseppe Gioni Barbera, Enrico Bianchini, Lello Cozzolino, Antonello Cascone, Nello Vivacqua. E sul palco del Festival, il pubblico presente ha potuto ascoltare le magie delle mani di Gioni Barbera, docente del Cet e presentato da Mogol come “il più grande pianista al mondo”. Ha interpretato due brani riarrangiati in maniera magistrale. Ospite della serata, poi, Giovanni Caccamo, vincitore di Sanremo Giovani 2015, che ha ricevuto il premio “Il sud che conta e che canta”, e Annalisa Minetti. A Buccino anche il look maker Rai, Al Pacino, di origini buccinesi.

Vincitrice della prima edizione del Festival tutto Mogol Battisti
Stefania Esposito Vincitrice della prima edizione del Festival tutto Mogol Battisti

Una menzione speciale, data dal più lungo degli applausi del pubblico, è andata ad una band tra i finalisti, I Sognatori: un gruppo di ragazzi del centro diurno di Avellino. Sono loro il segno tangibile di quanto la musica possa far superare ogni limite ed unire tutti. E quando dei ragazzi diversamente abili salgono sul palco emozionando e travolgendo il pubblico, il successo davvero diventa straordinario.

“Il grande lavoro di tanti mesi è stato ripagato da tre serate che hanno visto un livello molto alto di concorrenti – dice Gregorio Fiscina, presidente dell’associazione Paese Mio, che ha organizzato il Festival, un vero deus ex machina – Il nostro obiettivo è far sì che Buccino possa diventare la città della musica, per dare a tanti giovani l’opportunità di farsi conoscere. Un ringraziamento va ai tanti che ci hanno onorato della loro presenza, ai volontari dell’associazione, infaticabili, al direttore artistico, eccellenza buccinese, Gerardo Paesano e a Vania Sacco”.

 

12 settembre 2016

Margherita Siani

 

Elenco dei concorrenti ammessi alla serata finale

Elenco dei concorrenti ammessi alla serata finale dopo le due sere di semifinali – Festival tutto Mogol Battisti

Just Two

Rossella Costa

Costanza Motroni

Tortoriello Isabella

Cornetta Salvatore

Le Loving

Stefania Oti Esposito

Elisa Campagna

Jasmine La Manna

Rosciano Gianluca

Jessica Russo

I Sognatori

Giusiana Improta

Elisabetta Gallotto

Comunicato stampa del 9 Settembre 2016

Comunicato Stampa

Festival tutto Mogol e Battisti, 9-10-11 settembre

Buccino, su il sipario nella città della musica

Gran finale domenica, con Mogol presidente di giuria. Presenta Alessandro Greco

Il villaggio della musica si apre questa sera, venerdì, a Buccino, trasformando la piazza ex Municipio, in un grande palcoscenico. Luci, strumenti musicali, scenografia, emozioni e brividi sul palco allestito per accogliere i 28 talenti che partecipano al festival Tutto Mogol e Battisti. La grande musica d’autore sarà nella città dell’antica Volcei.  Qui si selezioneranno i talenti della musica, quelli che canteranno 28 canzoni dei più grandi parolieri di tutti i tempi del nostro Paese, Mogol e Battisti. Tre brani sono anche di Mango, a cui Mogol ha scritto brani straordinari. Tra tutti verrà decretato, da una giuria specializzata, il vincitore.

Ad organizzare questa kermesse è l’associazione Paese mio di Buccino, col suo presidente, Gregorio Fiscina, che ha messo a punto un programma puntuale ed articolato.

Questa sera, presentate da Enza Ruggiero, saranno proposte le prime 14 canzoni. Domani sera altre 14. La giuria di questa semifinale selezionerà le 14 finaliste, che domenica sera si contenderanno la vittoria del Festival Tutto Mogol e Battisti. Presenterà la serata il conduttore ed imitatore Alessandro Greco.

Questi gli artisti e le canzoni in gara stasera, venerdì:

Agorà – Io vorrei non vorrei ma se vuoi; Mario Annuzzo -Il Paradiso non è qui;  Francesca Caputo – Oro; Salvatore Cornetta- Mediterraneo; Annamaria Elia – Fiori rosa fiori di pesco; Elisabetta Gallotta- 29 Settembre; Cinzia Giuliano -Nessun Dolore; Giuseppe Guerra – Un’avventura; Gianluca Rosciano – Anche per te; Isabella Tortoriello – Io vivrò senza te; Mauro Tummolo – Con il nastro rosa; Antonio Viggiano – Vendo casa; Stefania Oti Esposito – Il tempo di morire;

Questi gli artisti e le canzoni in gara domani, sabato

Elisa Campagna – Si viaggiare; Rossella Costa – La collina dei ciliegi; Giusiana Improta – Il tempo di morire; Martina Fornataro – I giardini di Marzo; Bruno Gaudiosi – Luci dell’Est; I Sognatori – Con il nastro rosa; Just Duo – Pensieri e parole; Le Loving – E penso a te; Jasmine La Manna – Il mio canto libero; Lovers Note’s – Eppur mi son scordato di te; Costanza Motroni –Emozioni; Jessica Russo – Insieme a te sto bene; Miriam Verzellino – Nella mia Città.

La giuria di domenica

Domenica arriverà a Buccino il grande Mogol, per presiedere la giuria tecnica. Con lui anche Claudio Gubitosi (Direttore del Giffoni Film Festival), Giuseppe Gioni Barbera (direttore d’orchestra, musicista), Enzo Russolillo (Presidente del Gruppo Grandi eventi, che firma le migliori produzioni musicali in Italia), Enrico Bianchini (editore radiofonico, ha favorito la nascita dei Grandi festival italiani, una federazione di festival per talenti emergenti), Massimo Bonelli (musicista, discografico, dal 2015 organizzatore del Concerto del 1° maggio), Lello Cozzolino (produttore discografico, musicista), Antonello Cascone (Musicista, compositore, arrangiatore  e direttore d’orchestra), Nello Vivacqua (musicista, cantante).

Oltre al vincitore de festival, previsti il Premio della Critica ed il Premio Mango per l’interpretazione più originale . Ai vincitori, poi, una statuetta realizzata dal maestro Pietro Lista.

Ospite della serata, a cui sarà consegnato il premio “Il Sud che conta e che canta”, sarà Giovanni Caccamo, vincitore di Sanremo giovani 2015

9 settembre 2016   Margherita Siani

Info: www.festivaltuttomogolbattisti.it;

Facebook “Festival tutto Mogol Battisti”

Associazione Paese Mio 3317076565 – M. Siani 3386680554