Vincitore della Lotteria del Festival tutto Mogol Battisti

Vincitore della Lotteria del Festival tutto Mogol Battisti

Il Vincitore della Lotteria del Festival tutto Mogol Battisti è il Signor  Riccardo Pepe di Angri (Sa). Sotto l’immagine del biglietto vincente. Il signor Pepe è pregato di rivolgersi al seguente numero 331 70 76 565. Sotto l’immagine del biglietto vincente inviata dal vincitore al nostro indirizzo e-mail.

img-20160922-wa0010

Mogol incorona Stefania Oti: “Il talento è un prato da curare con tanto studio”

 

 Mogol incorona Stefania Oti: “Il talento è un prato da curare con tanto studio”  

La giuria, presieduta dal grande autore italiano, assegna anche il Premio della Critica e Premio Mango

 

Vince il Festival Tutto Mogol Battisti di Buccino l’artista scalza, “perché voglio rimanere sempre con i piedi per terra”, dice, Stefania Oti Esposito, napoletana. Con “Il tempo di morire” ed un’emozionante interpretazione ha conquistato la giuria, presieduta dal più grande autore di tutti i tempi, Mogol, assicurandosi una borsa di studio presso il Cet, la scuola di musica di Mogol, e l’accesso alla finale dei Grandi Festivals italiani, in programma a Verona a fine dicembre. Premio della Critica ai Just Two, con Pensieri e parole, presentata con una teatralità scenica quasi come fosse la canzone di un musical. Premio Mango per l’interpretazione più originale è andato invece a Salvatore Cornetta, che ha proposto Mediterraneo. Ad entrambi un minicorso al Cet e l’accesso alle selezioni dei Grandi festival italiani di Verone. Infine, la commissione ha assegnato anche una borsa di studio alla giovane Rossella Costa, con La collina dei ciliegi. Per tutti anche una preziosa creazione del maestro Pietro Lista.

La serata conclusiva della tre giorni di Festival, ha preso avvio con una conferenza stampa di Mogol. L’autore che ha fatto la storia della musica italiana ha parlato del sodalizio con Battisti, come di altri artisti, ma anche della sua amicizia con il patron di questo festival, Gregorio Fiscina, a cui è legato da un’amicizia ventennale. Ha poi sottolineato il grande valore della formazione, dello studio, tanto studio, come elemento fondamentale per diventare un artista di successo. E poi quell’elemento imprescindibile, la capacità di saper emozionare, autentico discrimine. “Il talento – ha detto Mogol – è un po’ come un prato. Lo devi coltivare con lo studio e la formazione perché diventi fiorito, altrimenti resta un prato con i rovi”. Ed è con questo spirito che ha pensato al Cet, quella scuola tanto ambito ed anche così lontana dalla velocità dei talent di oggi. “C’è poca qualità – dice – frettolosi e tante volte gli insegnanti non sono all’altezza”.

Ad ascoltare i 14 finalisti della serata presentata da Alessandro Greco con Enza Ruggiero, dinanzi ad un pubblico numerosissimo, a sindaci, amministratori, all’assessore regionale Corrado Matera, il presidente della Bcc di Buccino, sono stati giurati di prim’ordine: Claudio Gubitosi, Giuseppe Gioni Barbera, Enrico Bianchini, Lello Cozzolino, Antonello Cascone, Nello Vivacqua. E sul palco del Festival, il pubblico presente ha potuto ascoltare le magie delle mani di Gioni Barbera, docente del Cet e presentato da Mogol come “il più grande pianista al mondo”. Ha interpretato due brani riarrangiati in maniera magistrale. Ospite della serata, poi, Giovanni Caccamo, vincitore di Sanremo Giovani 2015, che ha ricevuto il premio “Il sud che conta e che canta”, e Annalisa Minetti. A Buccino anche il look maker Rai, Al Pacino, di origini buccinesi.

Vincitrice della prima edizione del Festival tutto Mogol Battisti
Stefania Esposito Vincitrice della prima edizione del Festival tutto Mogol Battisti

Una menzione speciale, data dal più lungo degli applausi del pubblico, è andata ad una band tra i finalisti, I Sognatori: un gruppo di ragazzi del centro diurno di Avellino. Sono loro il segno tangibile di quanto la musica possa far superare ogni limite ed unire tutti. E quando dei ragazzi diversamente abili salgono sul palco emozionando e travolgendo il pubblico, il successo davvero diventa straordinario.

“Il grande lavoro di tanti mesi è stato ripagato da tre serate che hanno visto un livello molto alto di concorrenti – dice Gregorio Fiscina, presidente dell’associazione Paese Mio, che ha organizzato il Festival, un vero deus ex machina – Il nostro obiettivo è far sì che Buccino possa diventare la città della musica, per dare a tanti giovani l’opportunità di farsi conoscere. Un ringraziamento va ai tanti che ci hanno onorato della loro presenza, ai volontari dell’associazione, infaticabili, al direttore artistico, eccellenza buccinese, Gerardo Paesano e a Vania Sacco”.

 

12 settembre 2016

Margherita Siani

 

Buccino, è il giorno di Mogol nella “città della musica”

Comunicato Stampa

Festival tutto Mogol e Battisti, questa sera finalissima (ore 20,30)

Buccino, è il giorno di Mogol nella “città della musica”

Selezionati i 14 finalisti, tra questi una band di ragazzi diversamente abiti che regalato tante emozioni alla platea. Ospiti di stasera Giovanni Caccamo e Annalisa Minetti. Presenta Alessandro Greco con Enza Ruggiero. Alle ore 19, conferenza stampa con Mogol

 Presiederà la giuria di esperti del Festival Tutto Mogol Battisti, nell’anno dei suoi 80 anni, e sarà anche un momento di festa che Buccino gli decreterà. A Mogol, un autentico poeta della musica italiana, è affidato il giudizio finale ed il destino musicale di uno tra i 14 finalisti in gara.  Ma Mogol, Giulio Rapetti, sarà a Buccino già dalle ore 19, per una conferenza stampa nell’area stampa, per rispondere ad ogni domanda o curiosità, ma anche per stringere le mani a quanti aspettano di incontrarlo. Sarà un po’ come un grande abbraccio della musica nella città, Buccino, che punta a diventare “Città della musica”, con un progetto importante, in tal senso, che l’associazione Paese Mio, di Gregorio Fiscina, organizzatrice di questo evento straordinario, sta concretizzando. “Vengo a Buccino con grande piacere, ad un festival unico in Italia”, ha detto Mogol nei giorni scorsi.

Il Festival Tutto Mogol e Battisti, si chiuderà questa sera nella grande piazza ex Municipio, divenuta un vero e proprio palcoscenico dei grandi eventi. Selezionati i 14 concorrenti finalisti durante le due serate di venerdì e sabato (giuria presieduta da Carmine Olivieri), che hanno visto l’esibizione dei giovani talenti che hanno proposto brani firmati dai due grandi autori, tre sono stati i brani di Mango. Eccoli: Just Two– Pensieri e parole, Rossella Costa– La collina dei ciliegi, Costanza Motroni –Emozioni, Isabella Tortoriello – Io vivrò senza te, Salvatore Cornetta – Mediterraneo, Le Loving– E penso a te, Stefania Oti Esposito– Il tempo di morire, Elisa Campagna Si viaggiare, Jasmine La Manna– Il mio canto libero, Gianluca Rosciano – Anche per te, Jessica Russo– Insieme a te sto bene, I Sognatori– Con il nastro rosa, Giusiana Improta – Il tempo di morire, Elisabetta Gallotto– 29 Settembre.

Grande emozione, ieri sera, quando nel finale, sul palco, si è esibito il gruppo dei Sognatori, formato da una band  di diversamente abili, che hanno portato sul palco di Buccino la loro voglia straordinaria di superare ogni barriera, riuscendo ad accedere alla finale.

Questa sera canteranno le loro canzoni dinanzi alla giuria di esperti presieduta da Mogol e composta da Claudio Gubitosi (Direttore del Giffoni Film Festival), Giuseppe Gioni Barbera (direttore d’orchestra, musicista), Enzo Russolillo (Presidente del Gruppo Grandi eventi, che firma le migliori produzioni musicali in Italia), Enrico Bianchini (editore radiofonico, ha favorito la nascita dei Grandi festival italiani, una federazione di festival per talenti emergenti), Massimo Bonelli (musicista, discografico, dal 2015 organizzatore del Concerto del 1° maggio), Lello Cozzolino (produttore discografico, musicista), Antonello Cascone (Musicista, compositore, arrangiatore  e direttore d’orchestra), Nello Vivacqua (musicista, cantante)

I ragazzi in gara incrociando le dita per aggiudicarsi la vittoria e l’ambito premio, una borsa di studio per il Cet, la scuola di Mogol, oltre alla partecipazione, in finale, dei Grandi Festivals italiani, che si terrà a Verona da 27 al 30 dicembre prossimo. Saranno assegnati anche il Premio della Critica ed il Premio Mango per l’interpretazione più originale. A questi un minicorso al Cet e l’accesso alle selezioni dei Grandi festival Italiani di dicembre. A tutti anche un prezioso trofeo firmato dall’artista salernitano Pietro Lista. Ospite della serata saranno Giovanni Caccamo, vincitore di Sanremo Giovani 2015, che riceverà il premio “Il sud che conta e che canta”, e Annalisa Minetti. Nell’area festival sarà anche il look maker, Al Pacino, di origini buccinesi, per curare trucco e parrucco degli ospiti.

La serata, presentata da Alessandro Greco con Enza Ruggiero.   

11 settembre 2016  Margherita Siani

Info: www.festivaltuttomogolbattisti.it;

Facebook “Festival tutto Mogol Battisti”

Associazione Paese Mio 3317076565 – M. Siani 3386680554

Locandina

Elenco dei concorrenti ammessi alla serata finale

Elenco dei concorrenti ammessi alla serata finale dopo le due sere di semifinali – Festival tutto Mogol Battisti

Just Two

Rossella Costa

Costanza Motroni

Tortoriello Isabella

Cornetta Salvatore

Le Loving

Stefania Oti Esposito

Elisa Campagna

Jasmine La Manna

Rosciano Gianluca

Jessica Russo

I Sognatori

Giusiana Improta

Elisabetta Gallotto

Comunicato Stampa del 10 Settembre 2016

Comunicato Stampa

Festival tutto Mogol e Battisti, a Buccino

Domani, domenica, finalissima con Mogol presidente della giuria

Questa sera, sabato, si concludono le selezioni degli artisti in gara

 

          Con un commosso ricordo di Lucio Battisti, il Festival tutto Mogol e Battisti che si è aperto ieri sera a Buccino. Nel 18° anniversario della scomparsa del grande artista, sul palco le canzoni scritte insieme a Mogol che hanno fatto la storia della musica italiana. Buccino ha tributato il suo omaggio ad un protagonista che continua a vivere grazie alle sue poesie e alle sue note senza tempo.

Nel villaggio della musica, su un palco che ricorda grandi eventi musicali, per la sua fastosità, si sono esibiti i primi 13 artisti di questo concorso canoro. E questa sera, sabato, altre 13 canzoni:

Elisa Campagna – Si viaggiare; Rossella Costa – La collina dei ciliegi; Giusiana Improta – Il tempo di morire; Martina Fornataro – I giardini di Marzo; Bruno Gaudiosi – Luci dell’Est; I Sognatori – Con il nastro rosa; Just Duo – Pensieri e parole; Le Loving – E penso a te; Jasmine La Manna – Il mio canto libero; Lovers Note’s – Eppur mi son scordato di te; Costanza Motroni –Emozioni; Jessica Russo – Insieme a te sto bene; Miriam Verzellino – Nella mia Città.

Durante la serata, presentata da Enza Ruggiero, dunque, tante emozioni e tanta attesa per le voci che hanno espresso autentici talenti, tutti provenienti dal salernitano e dal resto della regione, ma anche dalla Basilicata. Al termine della due giorni di ieri e questa sera, saranno selezionate le 14 canzoni finaliste dalla giuria presieduta dal giudice Carmine Olivieri, grande appassionato ed esperto di musica. Insieme a lui il maestro Michele Carasia, la pianista e cantante lirica Lucia Lena Rosapepe, l’editrice tv e pianista Guendalina Scelza, il cantante Michele Attanasio.

Ad organizzare la kermesse è l’associazione Paese mio di Buccino, col suo presidente, Gregorio Fiscina, che ha ringraziato quanti hanno lavorato in mesi di lavoro intensissimo.

 

L’attesa del gran finale

Ma l’attesa è ora per il gran finale di domani, domenica, quando a Buccino arriverà Mogol a presiedere la giuria tecnica composta da Claudio Gubitosi, Giuseppe Gioni Barbera, Enzo Russolillo, Enrico Bianchini, Massimo Bonelli, Lello Cozzolino, Antonello Cascone, Nello Vivacqua. Presenterà la serata il conduttore ed imitatore Alessandro Greco, insieme ad Enza Ruggiero. A Buccino ci sarà anche il look maker Al Pacino, originario di Buccino, famoso parrucchiere della Rai, che curerà il look degli artisti in gara. Ospite della serata, a cui sarà consegnato il premio “Il Sud che conta e che canta”, sarà Giovanni Caccamo, vincitore di Sanremo giovani 2015

Ma prima dello spettacolo, che inizierà alle ore 21 (ex Piazza Municipio), Mogol terrà una conferenza stampa nel villaggio della musica alle ore 19. Sarà presentato un bilancio dell’evento, i progetti per il futuro e il paroliere risponderà ad ogni curiosità. Saranno poi presentati i premi di questo festival, il trofeo dell’artista salernitano Pietro Lista e gli ambiti corsi al Cet, la scuola di musica di Mogol. Al vincitore del Festival, infatti, sarà assegnata una borsa di studio per il corso al Cet e poi potrà partecipare di diritto alle fasi finali dei Grandi festivals italiani, in programma a Verona dal 27 al 30 dicembre prossimo. Chi si aggiudicherà il Premio della Critica ed il Premio Mango per l’interpretazione più originale, avrà un minicorso al Cet e accederà alle selezioni del Grandi festival di fine anno. Autentiche opportunità per cambiare il proprio futuro.

 

10 settembre 2016​​​​​​​

  Margherita Siani

 

 

 

Info: www.festivaltuttomogolbattisti.it; Facebook “Festival tutto Mogol Battisti”

Associazione Paese Mio 3317076565 – M. Siani 3386680554 

Comunicato stampa del 9 Settembre 2016

Comunicato Stampa

Festival tutto Mogol e Battisti, 9-10-11 settembre

Buccino, su il sipario nella città della musica

Gran finale domenica, con Mogol presidente di giuria. Presenta Alessandro Greco

Il villaggio della musica si apre questa sera, venerdì, a Buccino, trasformando la piazza ex Municipio, in un grande palcoscenico. Luci, strumenti musicali, scenografia, emozioni e brividi sul palco allestito per accogliere i 28 talenti che partecipano al festival Tutto Mogol e Battisti. La grande musica d’autore sarà nella città dell’antica Volcei.  Qui si selezioneranno i talenti della musica, quelli che canteranno 28 canzoni dei più grandi parolieri di tutti i tempi del nostro Paese, Mogol e Battisti. Tre brani sono anche di Mango, a cui Mogol ha scritto brani straordinari. Tra tutti verrà decretato, da una giuria specializzata, il vincitore.

Ad organizzare questa kermesse è l’associazione Paese mio di Buccino, col suo presidente, Gregorio Fiscina, che ha messo a punto un programma puntuale ed articolato.

Questa sera, presentate da Enza Ruggiero, saranno proposte le prime 14 canzoni. Domani sera altre 14. La giuria di questa semifinale selezionerà le 14 finaliste, che domenica sera si contenderanno la vittoria del Festival Tutto Mogol e Battisti. Presenterà la serata il conduttore ed imitatore Alessandro Greco.

Questi gli artisti e le canzoni in gara stasera, venerdì:

Agorà – Io vorrei non vorrei ma se vuoi; Mario Annuzzo -Il Paradiso non è qui;  Francesca Caputo – Oro; Salvatore Cornetta- Mediterraneo; Annamaria Elia – Fiori rosa fiori di pesco; Elisabetta Gallotta- 29 Settembre; Cinzia Giuliano -Nessun Dolore; Giuseppe Guerra – Un’avventura; Gianluca Rosciano – Anche per te; Isabella Tortoriello – Io vivrò senza te; Mauro Tummolo – Con il nastro rosa; Antonio Viggiano – Vendo casa; Stefania Oti Esposito – Il tempo di morire;

Questi gli artisti e le canzoni in gara domani, sabato

Elisa Campagna – Si viaggiare; Rossella Costa – La collina dei ciliegi; Giusiana Improta – Il tempo di morire; Martina Fornataro – I giardini di Marzo; Bruno Gaudiosi – Luci dell’Est; I Sognatori – Con il nastro rosa; Just Duo – Pensieri e parole; Le Loving – E penso a te; Jasmine La Manna – Il mio canto libero; Lovers Note’s – Eppur mi son scordato di te; Costanza Motroni –Emozioni; Jessica Russo – Insieme a te sto bene; Miriam Verzellino – Nella mia Città.

La giuria di domenica

Domenica arriverà a Buccino il grande Mogol, per presiedere la giuria tecnica. Con lui anche Claudio Gubitosi (Direttore del Giffoni Film Festival), Giuseppe Gioni Barbera (direttore d’orchestra, musicista), Enzo Russolillo (Presidente del Gruppo Grandi eventi, che firma le migliori produzioni musicali in Italia), Enrico Bianchini (editore radiofonico, ha favorito la nascita dei Grandi festival italiani, una federazione di festival per talenti emergenti), Massimo Bonelli (musicista, discografico, dal 2015 organizzatore del Concerto del 1° maggio), Lello Cozzolino (produttore discografico, musicista), Antonello Cascone (Musicista, compositore, arrangiatore  e direttore d’orchestra), Nello Vivacqua (musicista, cantante).

Oltre al vincitore de festival, previsti il Premio della Critica ed il Premio Mango per l’interpretazione più originale . Ai vincitori, poi, una statuetta realizzata dal maestro Pietro Lista.

Ospite della serata, a cui sarà consegnato il premio “Il Sud che conta e che canta”, sarà Giovanni Caccamo, vincitore di Sanremo giovani 2015

9 settembre 2016   Margherita Siani

Info: www.festivaltuttomogolbattisti.it;

Facebook “Festival tutto Mogol Battisti”

Associazione Paese Mio 3317076565 – M. Siani 3386680554

Comunicato Stampa – Festival tutto Mogol e Battisti, 9-10-11 settembre

Comunicato Stampa

Festival tutto Mogol e Battisti, 9-10-11 settembre

A Buccino si apre domani il villaggio della musica

In gara 28 artisti che canteranno le più belle poesie musicali di Mogol e Battisti.

Le più belle canzoni della musica italiana in gara con i giovani artisti del Festival tutto Mogol e Battisti. Al via domani la kermesse canora più attesa dell’estate, in programma fino a domenica 11 settembre. A Buccino, in Piazza ex Municipio, potranno essere ascoltare le poesie scritte da Mogol e da Battisti nella loro lunghissima carriera, i grandi successi che hanno fatto sognare e innamorare generazioni intere. 28 artisti in gara, che proporranno i brani prescelti, tre sono canzoni scritte per Mango e cantante dall’artista lucano scomparso qualche tempo fa, a cui il festival dedica uno specifico premio. Domani sera e sabato si terranno le selezioni per la finalissima di domenica: 14 canzoni domani e 14 sabato. Domenica, sul palco allestito in quello che si presenta un vero e proprio villaggio della musica, si terrà il gran finale con 14 canzoni ed artisti in gara, tutti accompagnati dal vivo, quindi musica pura, live, un po’ come a Sanremo. “Una scelta dettata dalla necessità di ascoltare la musica nella loro interezza, fatta di voce e di strumenti”, dice Gerardo Paesano, direttore artistico del Festival.  Una grande organizzazione per questo festival, con l’associazione Paese mio di Buccino, guidata da Gregorio Fiscina, a mettere a punto ogni dettaglio. “Siamo pronti ad offrire uno spettacolo meraviglioso – dice Fiscina – Questo Festival vuole valorizzare la musica, i talenti, il nostro territorio e Buccino in particolare. Grazie alla preziosa collaborazione di Mogol abbiamo realizzato un evento di primo piano, concentrando a Buccino professionalità importanti del mondo della canzone e della musica italiana”.

Gli artisti, le canzoni

Questi gli artisti in gara, singoli e band, e le canzoni che proporranno domani e sabato:

Agorà – Io vorrei non vorrei ma se vuoi; Mario Annuzzo -Il Paradiso non è qui;  Francesca Caputo – Oro; Salvatore Cornetta- Mediterraneo; Annamaria Elia – Fiori rosa fiori di pesco; Elisabetta Gallotta- 29 Settembre; Cinzia Giuliano -Nesssun Dolore; Giuseppe Guerra – Un’avventura; Giusiana Improta – Il tempo di morire; Gianluca Rosciano – Anche per te; Jessica Russo – Insieme a te sto bene; Isa Tortoriello – Io vivrò senza te; Mauro Tummolo – Con il nastro rosa; Antonio Viggiano – Vendo casa; Elisa Campagna – Si viaggiare; Rossella Costa – La collina dei ciliegi; Maria Di Iorio – Perché no; Martina Fornataro – I giardini di Marzo; Bruno Gaudiosi – Luci dell’Est; I Sognatori – Con il nastro rosa; Just Duo – Pensieri e parole; Le Loving – E penso a te; Jasmine La Manna – Il mio canto libero; Lower Notes – Eppur mi son scordato di te; Costanza Motroni –Emozioni; Stefania Oti Esposito – Il tempo di morire; Jessica Russo – Insieme a te sto bene; Miriam Verzellino – Nella mia Città.

I premi

Di questi 28 artisti, domenica ne rimarranno 14, selezionati dalla giuria delle semifinali. Domenica sera, dinanzi al grande Mogol, presidente della giuria tecnica, il gran finale. Tre i premi: al vincitore spetterà una borsa di studio per il CET, la scuola di Mogol; la partecipazione alla fase finale dei Grandi festival italiani (il Festival di Buccino è associato a questo evento) che si terrà a Verona dal 27 al 30 dicembre prossimo. E poi una esibizione anche a Casa Sanremo 2017. Gli altri due premi sono il Premio della Critica ed il Premio Mango per l’interpretazione più originale. Ai vincitori un minicorso al CET e la possibilità di partecipare alle selezioni dei Grandi festival italiani di Verona, a fine dicembre. Opportunità importanti per valorizzare i talenti in gara ed offrire loro la possibilità di far conoscere la propria arte. Ai vincitori, poi, una statuetta realizzata per l’occasione dal maestro Pietro Lista.

Margherita Siani

 

 

 

Info: www.festivaltuttomogolbattisti.it; festivaltuttomogolbattisti@gmail.com

Facebook “Festival tutto Mogol Battisti”

Associazione Paese Mio 3317076565 – M. Siani 3386680554